PARTE SECONDA – ASPETTI PEDAGOGICI E DIDATTICI

FINALITA’ E OBIETTIVI NEI DUE ORDINI DI SCUOLA

La scuola favorisce il successo formativo dell’alunno, garantendo lo sviluppo armonico di tutte le sue potenzialità e la capacità di orientarsi e di operare scelte consapevoli e responsabili nella società in cui vive.

La Scuola è la sede dell’Educazione come padronanza di “Competenze Essenziali” finalizzate a:

Scuola Primaria

  • Promuovere la prima alfabetizzazione culturale;
  • Sviluppare le potenzialità del fanciullo;
  • Acquisire i  principi della convivenza democratica e l’apertura ai valori della cittadinanza.

Scuola Secondaria di Primo Grado

  • Promuovere la formazione dell’uomo e del cittadino secondo i Principi sanciti dalla Costituzione;
  • Favorire l’orientamento dei giovani ai fini della scelta dell’attività successiva;
  • Elevare il livello di educazione e di istruzione di ciascun alunno, nella consapevolezza del valore della conoscenza e dell’impegno nello studio.

Obiettivi generali del processo formativo

  • Favorire  condizioni di benessere generale psico-fisico;
  • Acquisire fiducia nelle proprie capacità e possibilità;
  • Acquisire l’autonomia personale intesa come capacità di orientarsi e di compiere scelte autonome in contesti diversi;
  • Ampliare l’orizzonte culturale e sociale oltre la realtà ambientale più prossima, con particolare riguardo alla formazione del cittadino europeo;
  • Sviluppare e potenziare le capacità comunicative, logiche, critiche, creative, espressive, motorie, in particolare considerando il nostro contesto territoriale;
  • Imparare a vivere con gli altri, nel rispetto dell’identità di ciascuno;
  • Promuovere la cultura della legalità;
  • Educare al rispetto dell’ambiente, inteso come bene comune da proteggere;
  • Educare all’accoglienza e all’integrazione interculturale.

Obiettivi comuni

( Vengono conseguiti a vari livelli, secondo le fasce di età ed i Segmenti Scolastici )

a) Socializzazione

  • Collaborare ed essere disponibili verso i compagni e i docenti;
  • Rispettare il ruolo di ciascuno;
  • Rispettare l’ambiente e il materiale della Scuola.

b)  Autonomia:

  • Sapere utilizzare testi e materiale scolastico;
  • Eseguire i compiti organizzandosi autonomamente;
  • Essere capaci di affrontare problemi in modo autonomo, sapendone prospettare soluzioni concrete;

c)  Partecipazione/collaborazione:

  • Partecipare in modo costruttivo e creativo alle varie attività scolastiche;
  • Sapere assumere degli impegni e portarli a termine;
  • Sentirsi responsabili delle proprie azioni.

d)  Metodo di studio:

  • Sapere organizzare il proprio lavoro in classe e a casa in modo logico e proficuo;
  • Utilizzare in modo efficace le conoscenze assimilate;
  • Essere capaci di autovalutazione.

Per raggiungere le Finalità e gli Obiettivi preposti, la Scuola  si impegna a:

1.     Favorire l’innovazione pedagogica continua e la ricerca, soprattutto con il supporto delle nuove tecnologie

2.     Favorire l’utilizzazione, da parte dei Docenti, di differenti approcci metodologici

3.     Offrire agli alunni una pluralità di metodi d’apprendimento.

In particolare, nel perseguimento di questi fini la Scuola:

  • Collabora con le famiglie e la più vasta Comunità Sociale
  • Assicura la continuità del Processo Educativo
  • Garantisce il rispetto delle tradizioni culturali e delle scelte educative della Famiglia
  • Favorisce la presa di coscienza dei valori fondamentali condivisi dalla Società e promuove atteggiamenti d’accettazione dell’altro.

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

A. Progressiva  acquisizione di abilità operative in rapporto con la realtà naturale, sociale e culturale, sviluppando le capacità di:

  • Azione diretta sul reale
  • Esplorazione
  • Progettazione e verifica
  • Riflessione

B. Progressive acquisizioni di modalità d’indagine:

  • Capacità di organizzare tempi e modi del lavoro scolastico;
  • Conquista delle modalità di studio;
  • Documentazione e ricerca.

C. Progressiva padronanza di conoscenze e di linguaggi attraverso lo sviluppo di modalità conoscitive gradualmente più approfondite:

  • Abilità senso-percettive e motorie
  • Capacità rappresentative
  • Capacità logiche
  • Uso dei linguaggi specifici delle varie discipline e corretto utilizzo delle nuove tecnologie

D. Progressivo sviluppo delle competenze comunicative ed espressive, con l’acquisizione delle capacità di:

  • Esprimersi verbalmente
  • Esprimersi utilizzando codici vari (grafico/pittorico, mimico/gestuale)
  • Comunicare correttamente in Lingua Italiana, sia oralmente sia per iscritto.

Le programmazioni dei tre segmenti scolastici nella sezione riservata agli Obiettivi d’apprendimento evidenziano quei livelli di competenze a cui fanno riferimento per l’ammissione o la non ammissione degli alunni alle classi successive. Detti Obiettivi, più che un limite o una barriera per gli alunni, costituiscono per i docenti uno stimolo a organizzare le attività con strategie didattiche diversificate e individualizzate, per consentire a ciascun alunno di sviluppare in modo ottimale le proprie potenzialità. La dinamica dell’azione educativa nel corso dell’anno calibra i vari interventi sui bisogni degli alunni, predisponendo attività di recupero per gruppi di livello e per specifiche abilità di base da raggiungere e consolidare. Tali attività, agevolate dall’organizzazione modulare delle discipline, si calano direttamente ed integrano quelle curricolari, utilizzano docenti di supporto e prevedono interventi per classi parallele, fornendo in tal modo maggiore incisività e produttività all’intero percorso educativo.